Trovare lavoro a 50 anni, aspetti sui quali puntare

Rimettersi in gioco, professionalmente, non è facile per chi ha compiuto 50 anni. Non vogliamo illudere nessuno con frasi fatte: è una situazione complessa che richiede una buona dose di coraggio e di perseveranza.

Trovare lavoro a 50 anni non è un’impresa semplice. Tuttavia ci sono alcuni punti a favore di un disoccupato cinquantenne che i trentenni o ventenni non possono vantare.

Vediamo insieme come trovare lavoro a 50 anni senza lasciarsi scoraggiare.

Reinventarsi a 50 anni

Capita purtroppo di ritrovarsi senza lavoro a 50 anni. Spesso, dal punto di vista psicologico, questa situazione sembra drammatica e irrecuperabile. Tuttavia, vogliamo invitarti a un cambio di mentalità. A 50 anni non si è finiti, non si è alla fine della propria carriera e si ha ancora molto da dare al mondo professionale.

Potrebbe sembrare che i trentenni e ventenni abbiano un vantaggio enorme quando si tratta di cercare lavoro. Il luogo comune vuole che i trentenni siano pagati di meno, freschi di laurea, più veloci e flessibili, ma non sempre rappresenta la verità. Un datore di lavoro onesto è in grado di apprezzare la professionalità e le competenze di un lavoratore che ha un’esperienza trentennale o quasi nel mercato del lavoro. Il segreto è sapersi reinventare, soprattutto se si è sempre stati fedeli allo stesso ambito lavorativo per diversi anni. Bisogna adeguarsi e diventare flessibili, per conoscere i processi di una nuova azienda. Il segreto per trovare lavoro a 50 anni è imparare a presentare bene le proprie capacità e individuare come proprio tu puoi essere indispensabile per l’azienda nella quale ti stai candidando.

Fare leva sulle relazioni

Le relazioni e il passaparola sono tutto. Trovare lavoro in città senza esperienza diventa molto più semplice se si fa leva sulle persone che si conoscono. C’è sempre qualcuno che ha bisogno di qualcuno che dia una mano nell’ambito domestico e per l’effetto dei sei gradi di separazione, sicuramente nella nostra cerchia c’è qualcuno che conosciamo che a sua volta è amico di una persona che sta cercando quell’aiuto in casa.

Le relazioni non servono, ovviamente, solo quando si tratta di trovare un lavoro senza esperienza pregressa, ma anche in tutti gli altri ambiti. Trovare lavoro a 30, 40, 50 anni è più facile se conosciamo le persone che lavorano all’interno delle aziende per le quali vogliamo candidarci. Non si tratta di raccomandazioni o attività borderline, ma è un dato di fatto che moltissime aziende, prima di pubblicare un annuncio per un posto vacante, chiedono ai propri collaboratori se sono a conoscenza di qualcuno con le caratteristiche richieste in grado di coprire una posizione che è rimasta scoperta in azienda.

L’esperienza paga se la sai vendere

Perdere lavoro a 50 anni è molto difficile da affrontare, ma questa è anche un’età in cui si è edificata una certa stima di se stessi, si ha la padronanza della propria vita e del proprio carattere. Per trovare lavoro a 50 anni dovete puntare tutto sull’esperienza acquisita, sulla conoscenza di processi e di attività che i candidati più giovani non possono conoscere e allo stesso tempo dovete sapervi vendere, presentandovi nella miglior luce possibile.

  • Condividi questo post

Potrebbero interessarti :

Lascia un commento